Bendywood® -     Legno massiccio piegabile senza vapore


Il Bendywood® si lavora usando gli stessi utensili e macchinari impiegati nella lavorazione del legno normale. Si tratta di legno compresso ed è quindi più compatto del legno normale. Per questo motivo, nella lavorazione consigliamo i seguenti accorgimenti:

  • Segare, carteggiare e levigare come legno normale.
  • Non piallare e fresare contro-vena: provare sulla pialla a filo in quale direzione il legno si lascia lavorare meglio.
  • Fresare a giri elevati, almeno 20% in più rispetto ai giri usati per fresare il legno normale. Ottimali sono le frese di acciaio “super-rapido”.
  • Profili come ad es. i bordi per tavoli si fresano meglio sul bordo della tavoletta, infine il profilo si taglia con la sega circolare.
  • Per quanto riguarda il tasso di umidità del legno, valgono le regole seguenti:
    • Fresare, piallare e lavorare il Bendywood® quando è ben asciutto (tasso circa 8%), e solo poi curvare.
    • Solo se si deve piegare a raggi stretti aumentarne l’umidità fino al 12% circa. Vedi più sotto, punto 3. Come piegare il Bendywood® ed eventualmente aumentarne l'umidità.
    • Dopo aver eseguito la curvatura riportare l’umidità al tasso naturale dell’8% circa e lavorare ulteriormente.
  • Evitare di tagliare il Bendywood® in lunghezze fisse e metterlo a magazzino finché il tasso di umidità è superiore all’8%, poiché finché l’umidità del legno cala, il pezzo si ritira in lunghezza.
  • Poiché il Bendywood® umido (tasso superiore al 7-8%) non è stabile in lunghezza, è importante assicurarsi che sia ben asciutto/secco prima di procedere al fissaggio finale o l’incollaggio.
  • Il Bendywood® non subisce danni se viene riscaldato, perché era già stato essiccato artificialmente dopo il processo di compressione iniziale. Pertanto, il pezzo curvato (insieme alla dima) va messo per alcuni giorni in un ambiente ben riscaldato oppure sul piano di una pressa riscaldato fino a 60°, finché il pezzo sarà asciutto.